Preventivo riqualificazione energetica 65%-85%

Agevolazioni fiscali per il risparmio energetico. Per ottenere un preventivo gratuito per gli interventi di riqualificazione energetica del vostro immobile, compilare il modulo sottostante in tutte le sue parti ed inviatelo. Verrete ricontattati da un tecnico competente che vi guiderà nella scelta della migliore soluzione, anche rispetto al rapporto prezzo/qualità. La riqualificazione energetica degli edifici permette di accedere alla detrazione fiscale 65%, prorogati fino al 31 dicembre 2020 (Ecobonus 2020). Gli interventi di riqualificazione energetica riguardano principalmente: isolamento termico pareti, tetti e sottotetti, sostituzione serramenti, sostituzione di impianti di climatizzazione invernale, installazione di impianti solari per la produzione di acqua calda (solare termico). Le detrazioni sono da ripartire in 10 rate annuali di pari importo e variano a seconda che l’intervento riguardi la singola unità immobiliare o gli edifici condominiali e dell’anno in cui è stato effettuato. Condizione indispensabile per fruire dell’agevolazione è che gli interventi siano eseguiti su unità immobiliari e su edifici (o su parti di edifici) esistenti, di qualunque categoria catastale, anche se rurali, compresi quelli strumentali per l’attività d’impresa o professionale. L’agevolazione può essere richiesta per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2020.

Interventi condominiali
Regole, tempi e misure diverse sono previste, invece, per gli interventi effettuati sulle parti comuni degli edifici condominiali o che interessino tutte le unità immobiliari di cui si compone il singolo condominio. Per le spese sostenute dal 1º gennaio 2017 al 31 dicembre 2021, per questi interventi si possono usufruire detrazioni più elevate (del 70 o del 75%) quando si riescono a conseguire determinati indici di prestazione energetica. Esse vanno calcolate su un ammontare complessivo non superiore a 40.000 euro moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’;edificio. Per gli interventi sulle parti comuni degli edifici condominiali che si trovano nelle zone sismiche 1, 2 e 3, finalizzati congiuntamente alla riduzione del rischio sismico e alla riqualificazione energetica, è prevista una detrazione ancora più alta, pari:

  • all’80%, se i lavori determinano il passaggio a una classe di rischio inferiore
  • all’85%, se gli interventi determinano il passaggio a due classi di rischio inferiori.
Anche per questi interventi la detrazione è ripartita in 10 quote annuali di pari importo ma si applica su un ammontare delle spese non superiore a 136.000 euro moltiplicato per il numero delle unità immobiliari di ciascun edificio.

Cessione del credito e opzione per il contributo sotto forma di sconto
Ai sensi dell’articolo 121 del decreto-legge n. 34 del 2020 (c.d. Decreto Rilancio), i soggetti che negli anni 2020 e 2021 sostengono spese per gli interventi di riqualificazione energetica possono optare, in luogo dell’utilizzo diretto della detrazione spettante, alternativamente:

  • per un contributo, sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto, fino a un importo massimo pari al corrispettivo stesso, anticipato dai fornitori che hanno effettuato gli interventi e da questi ultimi recuperato sotto forma di credito d’imposta, di importo pari alla detrazione spettante, con facoltà di successiva cessione del credito ad altri soggetti, compresi gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari
  • per la cessione di un credito d’imposta di pari ammontare, con facoltà di successiva cessione ad altri soggetti, compresi gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari.

-- MODULO RICHIESTA PREVENTIVO RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA 65%-85% --

DATI DEL RICHIEDENTE




DATI IMMOBILE OGGETTO DELL’INTERVENTO







INTERVENTO RICHIESTO









Accetta Rifiuta


* Campi obbligatori

Torna all’area preventivi TORNA ALL’AREA PREVENTIVI

Se ritenete il contenuto di questa pagina utile vi prego di condividerla sui vostri social.